• cronacasociale@gmail.com
Home > Apprendimento > ​Grande partecipazione alle Giornate di Studio “I Diritti dei Bambini 0-6 anni… Arriviamo prima del lupo cattivo!”
0. Copertina

Il 26 maggio 2018 nella Sede Nazionale INPEF sono state avviate le Giornate di Studio “I Diritti dei Bambini 0-6 anni – Arriviamo prima del lupo cattivo!”.

Le numerose attività laboratoriali e le sessioni tematiche, incentrate sui Diritti Umani e i Diritti dei Bambini tenute da studiosi, docenti ed esperti, sono state svolte in parallelo ai lavori del Tavolo Tecnico istituito nel corso dell’evento di lancio di venerdì 25 maggio u.s. con l’obiettivo di elaborare le Linee guida finalizzate al recupero dell’idoneità genitoriale, mediante una sorta di “Patente del Genitore”.

Foto CS

La giornata di sabato 26 si è aperta con la tavola rotonda sul rispetto del Diritto agli Affetti Familiari presieduta dalla Prof.ssa Vincenza Palmieri che ha effettuato un delicato focus sui temi della perdita dell’idoneità genitoriale, degli incontri protetti, del diritto di ogni Bambino a rimanere con la propria famiglia. Alla tavola rotonda hanno partecipato – con le loro diverse competenze professionali – l’Avv. Francesco Morcavallo, la Prof.ssa Stefania Petrera e l’Avvocato Francesco Miraglia.

L’assistente sociale AnnaRita Basso Palmiero, seppur non presente, ha voluto dare il proprio contributo con una lettera che la Presidente Palmieri ha condiviso con gli astanti.

Filo conduttore degli interventi dei relatori è stata la necessità di rispettare il diritto al benessere del minore, garantendo alla famiglia il diritto di scegliere da quale professionista essere seguita nel percorso di sostegno alla genitorialità.

Collage0

​Su altri temi in programma per le giornate del 27 e del 28 maggio – la disabilità, l’inclusione e le diversità culturali – sono intervenuti il Dott. Nicola Tagliani, Responsabile dell’Osservatorio Scolastico “Associazione Italiana Persone Down – AIPD Nazionale” – nato con lo scopo di assicurare un servizio di informazione e consulenza a tante famiglie, insegnanti e operatori riguardo alle tematiche dell’inclusione scolastica – e la Dott.ssa Francesca Valenza, Coordinatrice di “Prima Infanzia Social Club”. Quest’ultima ha illustrato un progetto innovativo e all’avanguardia sull’integrazione e la valorizzazione delle differenze adottato dalla “Scuola Di Donato”, che ha voluto scommettere sulle famiglie per creare percorsi ed esperienze di incontro e scambio tra alunni italiani e stranieri contro ogni forma di discriminazione.

Sabato anche la testimonianza della Musicoterapista ed Educatrice musicale Silvia Riccio, Responsabile del Laboratorio di musicoterapia presso il nido di Rebibbia femminile con “A Roma Insieme”, che ha raccontato le numerose e toccanti esperienze laboratoriali condotte con i bimbi che vivono con le loro mamme detenute.

Domenica 27 è intervenuto anche il Prof. Lorenzo Cantatore, Docente di Letteratura per l’Infanzia presso l’Università RomaTre, sottolineando  come il Diritto del Bambino (da intendersi anche come Diritto all’Educazione) possa oggi tradursi in una serie di prodotti editoriali, letterari ed espressivi che garantiscano l’accesso alla Cultura e all’Arte anche da parte dei bambini molto piccoli.

​Durante l’intero weekend si sono alternati i tanti Laboratori dedicati alla didattica, alla cultura, al teatro e alle emozioni!

La Prof.ssa Paola Gravela, Docente esperta di Didattica Speciale, ha guidato i partecipanti in una full immersion nella Didattica Efficace, proponendo  attività pratiche e semplici esercizi, che hanno dato modo di sperimentare direttamente le tecniche di apprendimento, le strategie e i giochi più innovativi diretti a dare ai bambini e ai loro insegnanti strumenti per apprendere in maniera più facile.

Tutto ciò a dimostrazione che le alternative possibili agli insuccessi scolastici risiedono sempre e comunque nella didattica.

Grande partecipazione anche al Laboratorio emozionale condotto dalla Prof.ssa Maria Buccolo, Docente di Attività Coordinative di supervisione del Tirocinio all’Università RomaTre. Mediante l’utilizzo di tecniche di training teatrale per lavorare sulle emozioni partendo dal corpo e dalla voce, sono stati dati degli spunti interessanti e creativi per poter lavorare con bambini della fascia d’età 0-6 anni.

6. Gravela7. Buccolo

La Pedagogista Familiare ANPEF Marina Gamucci, con il Laboratorio “La cultura creativa: libri ed immagini”, ha offerto uno spazio di incontro su alcuni significativi progetti realizzati a scuola con i bambini, attraverso attività di apprendimento – anche di tipo motorio – e percorsi di Didattica Efficace dedicati alla pre-lettura e alla pre-scrittura: le ‘storie appese’, i ‘Diritti a portata di mano’, i libri partecipati, i libri tattili realizzati con materiali di riciclo e tanti altri giochi capaci di agire a livello emozionale.

In ultimo, il Laboratorio di Pedagogia Teatrale condotto dall’attrice e regista Stefania Papirio, che ha coinvolto i partecipanti in una speciale bolla spazio-temporale fatta di gioco, recitazione ed emozione.

Tanti modi innovativi e positivi di imparare all’insegna della Didattica Inclusiva, per il benessere dei bambini e delle loro famiglie… prima che arrivi il lupo cattivo!

Collage2

​​Per sapere di più sulla nostra offerta formativa, visita il sito www.pedagogiafamiliare.it e scopri tutti i nostri Corsi e Master in programmazione.

Ti aspettiamo!

FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmailCondividi