domenica, aprile 18

Fabio La Rosa, Attore e regista teatrale: “Quando parla l’anima non ci sono limiti ma solo possibilità”

0

Tra gli straordinari Artisti che prenderanno parte all’Evento “Arte, Cultura e Scienza per i Diritti Umani e contro la Filiera Psichiatrica” del prossimo 22 marzo, un prezioso Testimonial dei Diritti Umani, Fabio La Rosa, grande professionista del teatro, che torna ad emozionarci con la sua magistrale Arte, questa volta in compagnia dei Diversi Talenti dei Giovani del Pirandello, una presenza particolarmente significativa per l’INPEF!

Sì, ci sono state precedenti collaborazioni in cui abbiamo avuto il piacere di arricchire delle manifestazioni organizzate dall’INPEF, come al Senato per la Giornata dei Diritti Umani o ancora in occasione del Galà INPEF durante il quale i Giovani del Pirandello si sono esibiti. Inutile dire che i ragazzi sono super entusiasti, perché c’è un affetto personale che li lega a INPEF e direttamente alla Prof.ssa Vincenza Palmieri, e soprattutto perché laddove c’è la possibilità di veicolare l’emozione – perché di emozione si parla, dal momento che la lotta della Palmieri è quel che di più emozionale c’è nel cercare di restituire dignità, futuro e speranza ai bambini – ecco che accade la magia di tornare a emozionarsi e a vivere le emozioni. Ecco, quando si tratta di essere coinvolti in eventi di questo tipo, le emozioni e l’entusiasmo non mancano, specialmente da parte dei Diversi Talenti che vivono quotidianamente sulle ali delle emozioni e cercano di ‘dimenticare’ costantemente, come dire, di ingannare la divers-abilità… proprio emozionandosi e facendo emozionare!”.

: I Diversi Talenti dei Giovani del Pirandello - Compagnia teatrale

: I Diversi Talenti dei Giovani del Pirandello – Compagnia teatrale

Ancora una volta la voce, il teatro, l’arte, si mettono al servizio dei Diritti Umani: con quale messaggio e con quale forza?

L’arte nel momento in cui si associa a un evento o a un’iniziativa così, lo fa per rendere più forte quello che è il messaggio su cui nasce l’evento stesso, perché l’arte ha questo potere, il potere di rafforzare, di intensificare, di amplificare… Come una cornice che va a impreziosire un quadro, l’arte serve a rendere il messaggio più chiaro e più emozionale, ad arrivare al cuore di chi ha la possibilità di ascoltare, assistere, guardare. Il messaggio intrinseco, racchiuso nell’evento, ha senz’altro un’importanza ragguardevole e significativa; l’arte lo accompagna e lo impreziosisce”.

L’Evento vedrà protagonisti eminenti esponenti del mondo accademico-scientifico e grandi performer del mondo della musica, del canto e del teatro. Come possono Scienza ed Arte lavorare insieme?

Solitamente quando si va nella stessa direzione anche le cose più diverse alla fine diventano simbiotiche, come davanti a due facce della stessa medaglia. Chiaramente si va su due fronti diversi, poiché la Scienza spiega e fa conoscere, mentre l’Arte fa vivere: l’una si rivolge al cervello e alla ragione, l’altra al cuore, al sentire, ma entrambi – cervello e cuore – fanno parte di noi e vanno alimentate. Quindi ritengo che quando un evento viene organizzato senza trascurare né il lato scientifico né quello artistico, ma anzi coniugandoli insieme per uno scopo così nobile e concreto, allora può dirsi realmente completo e con una duplice forza per raggiungere l’obiettivo”.

La famiglia e il disagio sociale da sempre sono al centro della Sua attività registica e attoriale. Nella Sua esperienza, qual è in questo senso la principale difficoltà o il rischio che si può incontrare quando si raccontano tematiche di questo tipo, e quale invece il privilegio o anche la responsabilità nel poterlo e nel volerlo fare?

Il rischio è quello di ghettizzare un po’ il tutto e di poter apparire ‘smielati’, il che non è mai positivo, perché non si tratta di un’attività rivolta solo ed esclusivamente a chi vive una disabilità, una problematica o un disagio sociale. L’arte non dovrebbe avere divisioni o diversificazioni, nel teatro emozionale non ci sono ruoli o differenze, e il risultato è intrinseco al significato di questi percorsi, ovvero: piallare le differenze e rivolgerci non all’attributo, alla caratteristica di una persona, ma bensì alla persona in se stessa. È un osservare i lati simili piuttosto che le differenze, ecco perché il punto di forza nel portare avanti un percorso di questo tipo, e il suo elemento più valido ed emozionale, sta proprio nel dimenticare le diversità e nel considerare la persona con tutte le sue potenzialità”.

Nell’attesa di questa straordinaria serata che si avvicina, può anticiparci qualcosa sulla vostra Performance?

Il tema principale di quello che sarà il mio intervento e dei Giovani del Pirandello sarà quello che solitamente facciamo giornalmente, ovvero far capire attraverso l’arte quanto importanti siano i Diritti Umani e la dignità umana, dunque la performance cercherà di veicolare questo messaggio attraverso la mia voce – che spero sia degna di un’iniziativa come questa! – e la performance dei Diversi Talenti, e chi meglio di loro – trattandosi di una compagnia di integrazione tra diversamente abili e operatori del settore – può diventare veicolo per un trionfo dei Diritti Umani, messi in scena proprio da coloro che spesso, purtroppo, hanno visto i loro diritti calpestati e la loro dignità non riconosciuta. Poche immagini, per far capire come guardare il tutto da un punto di vista diverso: osservare col cuore per vedere dove sta la possibilità e non il limite della differenza. E come ci piace dire con quello che è diventato ormai il nostro slogan: ‘quando parla l’anima non ci sono limiti ma solo possibilità’, perché portando sul palco l’anima, allora sì che si ha il vero trionfo dei Diritti e della dignità della persona”.

Clara Centili
Ufficio Stampa I.N.PE.F.

Per partecipare all’evento “Arte, Cultura e Scienza per i Diritti Umani e contro la Filiera Psichiatrica” in programma il prossimo 22 marzo è necessario prenotarsi fin da subito scrivendo a: eventosociale20@gmail.com
Per informazioni: ufficiostampa.inpef@gmail.com – 329.9833862

FacebookTwitterGoogle+LinkedInEmailCondividi
Share.

About Author